Archivio mensile:maggio 2014

SON MICA SCEMO!…

MICA VOLEVO FARE L’ALLEANZA CON GRILLO, SON MICA MATTO!

In occasione delle politiche del 24/25 Febbraio 1023, Beppe Grillo con il 25,5% dei voti, ed 8.689.458 di consensi era riuscito ad essere il primo partito italiano!…                               Superando addirittura il PD , che aveva ottenuto il 25.4% con 8.644.523 voti!…                         Aveva vinto la lotteria, ma è stato così improvvido da perdere il biglietto…facendosi infinocchiare dal furbo Pierluigi Bersani!….

Questo simpatico volpone, mostrandosi accomodante e mite (tanto da farsi continuamente prendere in giro!), incoraggiando di fatto la supponente arroganza di un Beppe Grillo e dei suoi fedelissimi Crimi e Lombardo, ha preparato un trappola mortale per il M5S.!

Bersani è stato di una abilità mefistofelica nel far credere al mondo intero che Beppa Grillo non era disposto a fare un governo con lui!…..Incoraggiando con i suoi tentennamenti l’umano delirio di onnipotenza di un Beppe Grillo, giornalmente additato da giornali e televisioni come il cocciuto unico e solo responsabile del mancato accordo per la composizione di un governo con Pierluigi Bersani!……Tanto atteso dai trepidanti e arrabbiatissimi italiani!

 

L’amara verità si è saputa pochi mesi dopo per bocca dello stesso Bersani e basterà cliccare questo link :

per sentire dalla sua viva voce:

“MICA VOLEVO FARE L’ALLEANZA CON GRILLO, SON MICA MATTO!…..”

https://www.youtube.com/watch?v=z2PvIX2s8Qo

Una astuta trappola, per certi versi un geniale inganno politico del machiavellico Bersani, che non aveva alcuna intenzione di fare un governo col M5S di Beppe Grillo, ma semplicemente screditarlo con una risibile menzogna per renderlo inviso agli occhi dei suoi stessi elettori !

Beppe Grillo è stato un improvvido, avrebbe dovuto capire il giochetto e quindi aderire alle “inaccettabili” condizioni capestro di Pierluigi Bersani, facendogli credere di avere abboccato, per non compromettere con un rifiuto l’esito delle elezioni amministrative che nei mesi successivi si sarebbero tenute di tutta l’Italia!….. Dove il M5S, come alle politiche, avrebbe potuto fare il pieno dei voti !…

Solo dopo l’esito delle predette amministrative, avrebbe potuto incominciare a chiudere gradualmente (con il VAGESIL!) i rubinetti del consenso estorto dalL’abile Bersani…in una maniera da porre lui stesso nella condizione di fare cadere il suo stesso governo!….

In questo modo, il M5S non sarebbe stato precipitato nell’attuale calvario, sbeffeggiato dai suoi avversar per il 40% dei consensi ottenuti dal baldanzoso Matteo Renzi che, in quanto a furbizia, tempismo, strategia politica potrebbe dare lezioni, oltre a Grillo, Casaleggio e Berlusconi, anche allo stesso incommensurabile Pierluigi Bersani!……

Delle incertezze di Grillo in quest’ultima campagna elettorale, che avrebbe sancito il definitivo arretramento del M5S, non credo di essere all’altezza parlarne, di certo se si fosse preoccupato meno dell’indisposto Berlusconi e si fosse concentrato di più sugli slogan elettorali o promesse non mantenute di Matteo Renzi forse l’esito sarebbe stato diverso!

La Cancelliera ANGELA MERKEL

 

 

La Cancelliera ANGELA MERKEL ha testualmete dichiarato:

“Italien hat eine grosse Chance, dem “uro beizutreten hatte, aber von Clowns regiert war nicht in der Lage, daraus Nutzen zu ziehen.”

che in lingua italiana si può tradurre così:

“L’ITALIA HA AVUTO UNA GRANDE OPPORTUNITA’ AD ENTRARE NELL’EURO, MA ESSENDO UN PAESE DI PAGLIACCI NON SONO RIUSCITI AD APPROFITTARNE” 

E’ evidente che la Cancelliera si sarà formata questa idea dopo avere incontrato gli “officials” italiani, Silvio Berlusconi, Mario Monti, Enrico Letta, Matteo Renzi e… Giorgio Napolitano!

OVVIAMENTE, NON CONDIVIDIAMO L’IRRIDENTE GIUDIZIO DELLA CANCELLIERA, PUR ESSENDO L’ITALIA LA PATRIA DI PANTALONE, SCARAMOUCHE, PULCINELLA, ARLECCHINO, ETC..                                                                                                         

TUTTAVIA, LA CANCELLIERA POTREBBE NON AVERE TUTTI I TORTI, DAL MOMENTO CHE:
I primi pagliacci italiani potrebbero essere stati quei rinnegati politicanti che, consapevoli di danneggiare il proprio Paese, si sono resi complici del Cancelliere Helmut Kohl e del francese Mitterand nell’apparecchiare in fretta e furia l’Unione Europea, per permettere di spalmare gli alti costi della unificazione delle due Germanie (circa 1.500 miliardi di Euro!) sugli ignari paesi europei!…
Ovviamente, perchè, l’Europa ed feticcio Euro potesse veramente essere funzionale per quello per cui era stato creato (Germania e Francia!), occorreva deindustrializzare l’Italia, missione strategica regolarmente eseguita con le “privatizzazioni” del 1992….

Diversamente dai “pagliacci italiani, la “virtuosa” Germania è riuscita ad approfittare della grande opportunità di entrare nell’Euro, mettendo in atto dei comportamenti non del tutto consentiti che le hanno permesso di instaurare una “svalutazione competitiva” con la quale – danneggiando economicamente i PIIGS (Portogallo, Irlanda, Italia, Grecia Spagna)! – hanno potuto accumulare un inestimabile tesoro: un surplus di centinaia e centinaia di miliardi di Euro!….
Complici silenziosi di questa “virtuosa bravata”, come sempre, i soliti pagliacci italiani che non hanno contestato alla Germania di avere barato, sforando il 3% di deficit e di avere illegalmente ridotta la sua inflazione ben al disotto del 2%, limite fissato dalla Unione Europea!
Furbate queste decisamente determinanti perchè le hanno permesso di potere ampliare gli interventi di natura sociale, facilitando conseguentemente vantaggiosi accordi sindacali e valorizzando la riduzione delle tasse sul reddito!…Tutti accorgimenti indispensabili per rendere competitive le loro merci, a scapito dei loro partner europei costretti a filare dritto, senza minimamente potere scantonare!